Giovanni CARPENTIERI giocarpentieri@libero.it
 
HOME
 
 

I Verticali

 

I “VERTICALI”, elementi su tavola a forte sviluppo verticale, componibili e variamente colorati (con inserite strisce d'oro) nascono nel 2006 per una mostra alla Galleria REM di Jabeek (Olanda). Possono essere accostati a distanze variabili gli uni dagli altri e variati di posizione per ottenere composizioni colorate diverse.

Costantino Morosin, nel 2002, scrive nella presentazione di una mia mostra a proposito delle "ICONE" "L'evoluzione iconica di Carpentieri sta isolando una fascia significante dal resto dell'opera impostata in senso verticale dove prevale la dimensione dell'altezza come in un obelisco o in un menhir".

Nei "VERTICALI" compare appunto solo questa fascia significante. E vuole essere proprio come un obelisco o un menhir o, ancora, come "l'axis mundi" dell'alchimia che congiunge la terra con il cielo, o l'uomo microcosmo-macrocosmo del neoplatonismo.
C'è anche una visione positiva della realtà con la decoratività del colore e la possibilità di allargare o restringere lo spazio e di variare a piacere la composizione.

Gli elementi sono 160X20 centimetri e la tecnica è acrilico su tavola.

 
 

 



 
Collezione Margiet RUDOLF-PEETERS (Olanda)
 
 

Mostra alla Galleria d'Arte "IL LABORATORIO" Roma marzo 2105

"VERTICALE" Axis mundi
L’asse del mondo unisce la terra al cielo e mette in comunicazione la materia e lo spirito.
Alcune cosmogonie hanno creduto che il tempo potesse girare intorno ad un asse generando la ciclicità degli eventi e quindi della vita stessa. In effetti, forse, vivere la propria vita con consapevolezza è come girare intorno ad un asse verticale.
Ma la circolarità non significa ripetizione, deve, invece, generare nuovi valori e nuove visioni del mondo. Jung parla di “trasformazione delle proprie energie”.
Il concetto buddista della "via di mezzo" suggerisce che, in questo percorso circolare, si resti sempre in contatto con il “basso” e “l’alto” del nostro moto.
Nel mondo dell’arte è spesso  presente l’elemento verticale. L’obelisco, la torre, il campanile, il lingam degli

 
induisti, sono elementi  che, in contrapposizione a quelli orizzontali indici di staticità e di morte, richiamano alla verticalità, alla dinamicità  e alla vita. Anche le colonne e gli “alberi della vita” sono elementi verticale connessi con l’energia vitale così come il “sushunna” del tantrismo, l’asse attorno al quale si avvolgono i due serpenti della “kundalini” che rappresentano proprio questa energia.
L'ombra del tempo ruota intorno allo gnomone e i dervisci danzano intorno al proprio asse tenendo un braccio verso l’alto e l’altro verso il basso in un simbolico congiungimento di terra e cielo.

La verticalità nelle opere è evidente. vi sono un basso e un alto. La sottile striscia d'oro è l'asse, l'energia è il colore.
Credo in una sorta di ciclicità dell'energia vitale che anima l'uomo.
Almeno lo spero
.
 
 
Verticali 70X50, colori acrilici su cartoncino, realizzati nel 2014
   
 
 
Verticali 70X50, colori acrilici su cartoncino, relizzati nel 2007-8
 
 
"VERTICALE, Una visione simbolica dell'Albero del mondo" STUDIO ARTI VISIVE, Matera Via delle Beccherie, 41. Dal 28 aprile al 4 maggio 2016.
 
 
"VERTICALI 70X30": Acrilico e spray su cartoncino 70X30 centimetri. Sei vengono esposti allo Studio Arti Visive di Matera.